Welcome to Racing oN3 Online since 2005Pageviews Today153Yesterday234Total visits83903Online2 Guests
sk dk hu es sr de English no pl pt nl ir lt se Italian il hr cz fr
PC OK snc.
Flower Power
GameHosting.it
04.01.2017  [RSR Gaming] > [AM...(0 Replies)
[RSR Gaming] > [AMS] RSR Gaming RS01 Trophy
Last post: Gabriele Iellem
Board: Invitaci
04.01.2017
30.12.2016  [RSR Gaming] > Cam...(0 Replies)
[RSR Gaming] > Campionato Europeo Rally Virtuali 2017
Last post: Gabriele Iellem
Board: Invitaci
30.12.2016
08.12.2016  [RSR Gaming] > 4^ ...(0 Replies)
[RSR Gaming] > 4^ Rally Ronde di Natale
Last post: Gabriele Iellem
Board: Invitaci
08.12.2016
01.12.2016  [RSR Gaming] > Lan...(0 Replies)
[RSR Gaming] > Lancer RS Cup @ A1Ring [Automobilista]
Last post: Gabriele Iellem
Board: Invitaci
01.12.2016
20.09.2016  Ben ritrovati cari...(1 Replies)
Ben ritrovati cari vecchi amici!!
Last post: Giuseppe Mazzei
Board: Benvenuto
20.09.2016
26.02.17  Alisia70K820240
25.02.17  EduardoConey8
23.02.17  CameronGrier13
23.02.17  JohnetteWampler
23.02.17  MarioWare92

News


BlancPain GT3, quinta tappa, Misano Adriatico
written by: Giuseppe Mazzei


 08.01.2017
Siamo arrivati all’ultimo appuntamento del campionato, sulla pista di Misano Adriatico, a recupero della prima tappa, che fu rimandata per problemi tecnici dovuti al maltempo.

La classifica generale vede Italy Simone Minio in netto vantaggio sul compagno di squadra, Lorenzo Martinelli, seguito da vicino da Alessandro Del Pero che dopo il round di Barcellona ha perso la posizione d’onore a favore di un Martinelli in crescita.

Le temperature di fine autunno sono il peggior nemico dei piloti che stentano a portare in temperatura le gomme su una pista già scivolosa per la natura dell’asfalto e per la sabbia e la salsedine portate dal vento. Le qualifiche iniziano nel segno dominante di Italy Simone Minio che si porta in testa alla provvisoria, seguito da vicino da Alessandro Del Pero. La lotta per la pole sembra ristretta a loro due che scendono rapidamente sull’1.36 basso, seguiti da un gruppetto di avversari a poca distanza ma apparentemente non in grado di raggiungerli.

I minuti passano e le posizioni sembrano delineate ma a un minuto dalla fine, Alessandro Del pero tira fuori il coniglio dal cappello e segna uno strepitoso 1.35.638. Minio lo segue a mezzo giro di distanza e i suoi intertempi sono praticamente identici a quelli di Alessandro. Sul traguardo, Simone ferma il cronometro sull’ 1.35.672 perdendo la pole per 34 millesimi; sono gli unici due a scendere sotto l’1.36!

screen-shot-11-27-16-at-12-01-pm

La seconda fila è quindi occupata da Italy Lorenzo Martinelli e Marco Maccagno, seguiti da Emanuele Del Pero, Alessandro Merlin, Tony Pistilli, Elvis Banello, Marco Marinotti e Vincenzo Bilello che chiude la top-ten. Undicesimo Paolo Bertazzo, seguito da Gianluca De Luca, Cosimo Accoti e a chiudere la griglia troviamo Danilo De Simone.

Partenza lanciata per i 14 piloti che si sgranano sul corto rettifilo dello start. Da subito si nota che nel gruppetto di testa sono state scelte gomme differenti, con Minio che ha montato le medie e Alessandro le soft… strategie diverse? Difficilmente la gara potrà essere disputata per intero con le soft!

Nel corso del secondo giro, un errore di Alessandro Del Pero, vanifica il lavoro svolto nelle qualifiche e il tentativo di fuga si interrompe a favore di Minio che va in testa ed allunga. Anche Martinelli, screen-shot-11-27-16-at-04-58-pmdurante il secondo giro, sbaglia e finisce nell’erba rientrando decimo. Il gruppo rimane abbastanza compatto, a differenza delle precedenti gare e le battaglie sono dure ma corrette.

Ad averne di più, oltre a Minio, sembra essere Emanuele Del Pero che approfitta anche degli errori altrui per scalare la classifica e portarsi in seconda posizione, con il fratello alessandro che lo segue come un’ombra. Con una serie di giri molto veloci, Emanuele va a chiudere il gap con Minio e all’ottavo giro, sfrutta la scia e passa in testa con una manovra pulita. Anche Alessandro, dopo le prime fasi convulse, si è riportato sotto a Minio e lo tallona da vicino. Al nono giro Alessandro sferra l’attacco a Italy Simone Minio con una staccata al limite dell’aderenza, porta all’esterno l’avversario e in uscita ha miglior trazione; i due fratelli Del Pero, sono al comando della gara con Emanuele in prima e Alessandro in seconda posizione.

Alle spalle del trio di testa, troviamo Merlin, regolare ma non veloce come i primi e a seguire un sempre arrembante Pistilli con la sua Ferrari gialla. Martinelli, dopo l’errore iniziale, è in rimonta ed occupa la sesta posizione tallonato da Maccagno. Marinotti, De Simone, Bilello ed Accoti

screen-shot-11-27-16-at-05-03-pm

sono tutti in bagarre fra di loro e a poca distanza sono seguiti da De Luca, Bertazzo e Banello.

Al diciassettesimo giro Emanuele Del Pero rientra per il cambio gomme dando pista libera al fratello Alessandro che non è riuscito a mettere molta distanza fra se e Minio che lo segue a poco più di 3 secondi; la strategia con il cambio gomme sembra non premiare, anche alla luce degli errori di guida commessi da Alessandro nelle prime fasi di gara.

Emanuele, dopo la sosta rientra al sesto posto, alle spalle del rimontante Martinelli. Nel giro successivo, rientrano Alessandro, Merlin e Pistilli sconvolgendo la classifica dei primi. Ricapitolando, dopo le varie soste,troviamo in testa Minio che non ha pittato, seguito da Martinelli, anche lui senza pit, poi i fratelli Del Pero, con Emanuele terzo e Alessandro quarto, seguiti da Maccagno, Marinotti, Merlin, Bilello, Banello, Bertazzo, Accoti, De simone, Pistilli e a chiudere, De Luca.

Al ventesimo giro Emanuele

screen-shot-11-27-16-at-05-06-pm

si riprende la seconda posizione su Martinelli sfruttando le gomme fresche di mescola più morbida. Al ventunesimo giro, anche Alessandro passa recuperando la terza posizione su Martinelli.

Al 23° giro si vede il più bel sorpasso di giornata,

screen-shot-11-27-16-at-01-40-pm

con Merlin che va a sorpassare Maccagno all’esterno della prima curva; decisione, pulizia e gran coraggio di Merlin, uniti alla correttezza di Maccagno che non ha fatto manovre pericolose per contrastare l’avversario; ci hanno regalato una bellissima fase di gara.

La gara sembra avere trovato un equilibrio statico e le posizioni non variano fino al 30° giro quando Emanuele Del Pero,

screen-shot-11-27-16-at-05-14-pm

in una fase di doppiaggio, esce di pista e regala la posizione al fratello Alessandro. Davanti a loro, Minio ha la gara sotto controllo e va a vincere con ampio vantaggio.

La classifica finale di giornata vede quindi Minio vincitore,

screen-shot-11-27-16-at-05-19-pm

seguito da Alessandro ed Emanuele del Pero a podio. Segue in quarta posizione Martinelli a cui si accoda Merlin poi Marinotti, Maccagno, Bilello, Accoti, Banello a chiudere la top ten, Bertazzo, De Simone, Pistilli e De luca.

Concludendo, la gara è stata dominata dalle strategie più che dalle prestazioni e lo si vede anche dal miglior giro di Alessandro Del Pero con un netto margine sugli avversari; la sosta per il cambio gomme, però, gli ha fatto perdere troppo tempo per sperare di riagguantare Minio.

Con questo ultimo atto, si va a definire la classifica finale di campionato sia per i piloti screen-shot-11-27-16-at-05-26-pmche per le squadre

screen-shot-11-27-16-at-05-29-pm



Una citazione va fatta ai commentatori, a Renato Vigliotti e Mariano Calò, sempre “sul pezzo”, preparati tecnicamente, brillanti e spiritosi al punto giusto. Restano a disposizione di chi volesse rivederle, tutte le gare del campionato Blanc Pain GT3, sulla web tv PI LANE TV su youtube.

Un ringraziamento speciale a tutti coloro che hanno duramente lavorato dietro le quinte, capitanati da Andrea Boccafoli; hanno organizzato il campionato, gestito le singole gare, ed esaminato i reclami nei giorni successivi ad ogni singolo evento ed infine steso gli articoli che resteranno a memoria.

Vi aspettiamo tutti al prossimo campionato organizzato da SPEEDEVILS!



Articolo originale: http://www.speeddevils...a-tappa-misano-adriatico/

BlancPain 2016, Barcellona
written by: Giuseppe Mazzei


 08.01.2017
Blancpain 2016, Barcellona
Siamo giunti alla quarta tappa del campionato Blancpain Gt Series 2016 targata speeddevils, sul circuito Catalano di Barcellona, teatro di lotte interessanti e mai scontate.Blancpain Gt Series 2016 Speeddevils.it

Qualifiche, uno due Racing On3
Le temperature invernali non risparmiano nemmeno la soleggiata pista catalana consegnando ai piloti del Blancpain una pista particolarmente scivolosa.

Qualifiche dominate da uno strepitoso Simone Minio, autore di un giro pressoché perfetto, che lascia il secondo posto al compagno di scuderia, Lorenzo Martinelli, con un distacco di oltre un secondo. Dominio quindi delle Mc-Laren che relegano Alessandro ed Emanuele Del Pero in seconda fila, dimostrando ancora una volta la superiorità del mezzo sulla concorrenza.

La Ferrari di Alessandro pare non avere la stessa scorrevolezza degli avversari e nonostante le ottime doti di guida, non permette al pilota di impensierire Simone e Lorenzo per la prima fila.

La griglia prosegue con una buona prestazione di Daniel Jim che conquista la quinta piazza, affiancato da Alessandro Merlin al sesto posto.

Quarta fila per Tony pistilli ed Elvis Banello seguiti da Gianluca De Luca e Cosimo Accoti che chiudono la top ten; seguono in ordine di posizione, Daniele Pischedda, Alessandro Filippello, Marco Marinotti, Danilo De Simone, Paolo Bertazzo.

Sono quindi 15 i partenti per una gara che vede ancora tutti i giochi aperti, sia per il campionato piloti che per quello a squadre.

Blancpain Gt Series 2016 Speeddevils.it

Gara, Battaglie a centro gruppo
Alla partenza, un problema costringe la safety car a rimanere in pista per 2 giri al posto del consueto singolo giro di allineamento ma alla fine del secondo, la partenza è regolare ed il gruppone si lancia sul rettilineo di oltre un km che caratterizza la pista di Barcellona. Invariate le posizioni di testa, si battaglia a centro gruppo, dove Elvis Banello, perde il controllo della sua Ferrari e viene toccato dal compagno di squadra Paolo Bertazzo. Sempre Paolo, alla fine del primo giro, allunga troppo una staccata e bussa sul paraurti posteriore di Marinotti, e a causa di questa bussata, sarà retrocesso di una posizione nella prossima qualifica del Blancpain.

Bagarre alle spalle del podio
All’undicesimo giro, un rimontante Alessandro Merlin, tenta il sorpasso ai danni di Daniel Jim per il quarto posto, la manovra di sorpasso costringe Daniel ad allargare eccessivamente in ingresso curva e nella fase di rientro, i due piloti si toccano con Merlin che ha la peggio e perde una posizione a favore di Emanuele Del Pero.



Al tredicesimo giro, Emanuele Del Pero, con una staccata incredibile, si porta al fianco di Daniel Jim alla fine del rettilineo di partenza e nelle tre curve successive, i due viaggiano appaiati dando spettacolo. Alla fine, Emanuele, riconquista la quarta posizione .

Blancpain Gt Series 2016 Speeddevils.it

Criceti, Smiraglia e Cromati, la solita lotta



Più indietro troviamo tre piloti che per alcuni giri danno spettacolo con tentativi di sorpassi a ripetizione; si tratta di De simone, De Luca e Pistilli che lottano per l’ottava piazza; un contatto in staccata tra un incolpevole De luca e Pistilli sconvolge gli equilibri e lascia spazio a De Simone che ringrazia e saluta gli altri, mettendo in cassaforte la sua ottava posizione mentre continua il duello fra De Luca e Pistilli che manterranno le posizioni fino a fine gara.
Blancpain Gt Series 2016 Speeddevils.it

Minio al trionfo
Al traguardo finale, uno stellare Italy Simone Minio festeggia con sbandata e testacoda, una meritatissima vittoria, seguito dal compagno di squadra, Martinelli e a chiudere il podio, un costante Alessandro Del Pero leggermente in difficoltà su questa pista.

Al quarto posto un crescente Emanuele Del Pero precede Alessandro Merlin, quinto, Daniel Jim, sesto, Daniele Pischedda, settimo, Danilo De simone, ottavo, Gianluca De Luca, nono e a chiudere la top ten, Tony Pistilli. Fuori dalla zona punti, Cosimo Accoti, Paolo Bertazzo, Elvis Banello e Alessandro Filippello.

Classifica Team ancora aperta
In definitiva, la gara è stata molto regolare con un dominio assoluto di Italy Simone Minio ed in generale della sua squadra che ha piazzato un uno-due da KO, ipotecando un titolo ancora non matematicamente assegnato. Alessandro Del Pero, ha solo potuto giocare in difesa, vista la differenza fra la Sua Ferrari e le Mc-Laren del duo di testa ma Martinelli, con questa gara, gli soffia la seconda posizione nella classifica generale.

Prossimo round, Misano
Nell’ultimo round di questo campionato, Italy Lorenzo Martinelli e Alessandro Del Pero si giocheranno i gradini bassi del podio in classifica generale mentre Italy Simone Minio  potrà amministrare con tranquillità l’ampio vantaggio accumulato. Stesso discorso per il campionato a squadre, dove Racing On3 dovrà mantenere la posizione acquisita difendendosi dagli inseguitori di Milano Corse, che in realtà hanno poche speranze di raggiungere e superare gli avversari.

Arrivederci quindi a Misano, per il quinto ed ultimo appuntamento di questo campionato BlancPain GT3.



Articolo originale: http://www.speeddevils.it/it/blancpain-barcellona/

SL Endurance - Boga vince a Barcellona, Amato vince la SL Endurance
written by: Giuseppe Mazzei


 08.01.2017
L’ultima tappa dell’ SL Endurance si è svolta nel circuito del Montmelò a pochi chilometri da Barcellona nella regione autonoma della Catalogna, lo schieramento di partenza registra subito un numero basso di partecipanti, assenze importanti hanno decimato l’entry list scaturita dalle qualifiche della scorsa settimana. Le temperature sono molto calde ed analizzando le scelte strategiche dei drivers si nota come la maggior parte dei Piloti abbia optato per coperture medie, alcuni azzarderanno le dure mentre forse un solo temerario sembra intenzionato a montare coperture soft, forse impostando la gara su tre pit in luogo dei due canonici previsti, scelta quasi obbligata per i piloti del cavallino. Semaforo verde, tutti sfilano veloci nel lungo rettilineo che porta alla prima curva del tracciato, l’insidiosa esse ELF. Subito un colpo di scena a pochi secondi dal via, la Ferrari di Ciccone sembra non staccare la frizione a dovere ed inesorabilmente perde alcune posizioni, dopi i primi giri, si sgrana il gruppo ma si registrano alcune piccole uscite di pista che interessano diversi piloti consentendo così il formarsi una gruppetto di testa composta da Polimatti, abile a conservare la pole Boga e Biasso, che allungano subito sul gruppo inseguitore. Dopo il primo stint le carte in gioco iniziano a movimentarsi, quelle che, sembravano posizioni cristallizzate, soprattutto in testa, iniziano a mutare, rendendo molto aperta la battaglia per il podio. Polimatti anticipa la sosta ai box, la Ferrari in questa pista non consentiva molte scelte alternative, Biasso lo segue pittando il giro successivo ma purtroppo perdendo diverso tempo per un incomprensione con il suo muretto, Boga invece entra per ultimo guadagnando di fatto la testa della gara che abilmente riuscirà a conservare nell'ultima fase di gara alternandosi con Polimatti ma passando per primo sotto la bandiera a scacchi. Ottima la performance di Ortenzi che, dopo una repentina uscita di scena nelle prime fasi di gara, complice un largo alla curva Campsa torna protagonista di un autorevole rimonta dopo essere di fatto precipitato all'ultima posizione, grazie ad un passo molto performante che lo porterà ad ottenere il 4to posto finale, sarà anche autore del giro veloce di gara con un ottimo 1 48 679. L'ultima gara decreta cosi' Pierluca Amato trionfatore della SL Endurance seguito da Italy Roberto Boga che si classifica secondo e da Armando Ortenzi terzo classificato, mentre il Team Racing ON3 vince la classifica Team, il team VDA#3 si piazza in seconda posizione ed il VDA#1 chiude il podio in terza posizione. Lo staff ringrazia tutti i piloti che hanno preso parte alla competizione, la formula sembra aver convinto i vari driver così come gli aggiustamenti regolamentari atti a rendere sempre più incerte ed interessanti le serate di gara, degna di nota la partecipazione e l'impegno profuso da molti e soprattutto la grande sportività' vista in pista. Ovviamente non ci si ferma, ci sono già ottime idee pronte ad essere svelate quindi siete Tutti invitati a rimanere sintonizzati, presto scoprirete di cosa stiamo parlando.


Articolo originale: http://www.simleague.n...rance&catid=16&Itemid=101

SL Endurance - Risultati gara Redbull Ring
written by: Giuseppe Mazzei


 08.01.2017
Serata complicata quella di Lunedi a Spielberg, le procedure di partenza devono essere ripetute per problemi in griglia all’auto di Occhipinti che in ogni caso non risolverà e dovrà purtroppo abbandonare lo schieramento facendo così registrare il primo colpo di scena in quanto autore della pole position nelle qualifiche della scorsa settimana. Al secondo semaforo verde la partenza è valida e tutti i concorrenti passano quasi indenni la Castrol Edge e si lanciano a tutto gas sul salitone che porta della Remus. Da notare subito alcune scelte strategiche differenti, la maggior parte dei piloti monta gomme medie mente solo tre Ortenzi, Ciccone, Biasso azzardano le coperture soft al primo stint di gara, forse per meglio sfruttare l’extra grip che potrebbero consentire nelle prime fasi consapevoli però che nella seconda metà servirà molta cautela nel gestirne il degrado, in questo tracciato dove i trasferimenti di carico sono molto impegnativi.

In testa c’è un gruppetto composta da Amato, Boga Muià, Ortenzi che inizia ad imporre un passo decisamente competitivo creando di fatto, già dai primi giri, una spaccatura ed un margine crescente sugli inseguitori. Alle loro spalle ecco un secondo gruppo compatto formato da Rolfi Giovannelli e Ciccone che, trascorsi i primi giri di riscaldamento, inizia ad affilare le armi per guadagnare posizioni a vicenda, non facile passare in questa pista quando il passo gara è molto simile, ci sono auto forti in velocità di punta come Amg la Nissan che in questa pista sfrutta al meglio la potenza del suo motore, altre molto performanti nei cambi di direzione dove invece aerodinamica moderna riesce ad esprimersi al meglio come McLaren e Lamborghini, nota dolente invece per quanto riguarda la Ferrari che non si è messa in evidenza in modo particolare nonostante possa vantare, sulla carta, il giusto mix di entrambe le peculiarità di ci sopra.



Ortenzi al giro 19 perde molte posizioni a causa di una doppia uscita di pista che rovina in modo pesante la sua auto mettendo di fatto la parola fine alla possibilità di podio, in testa si susseguono giri veloci e di fatto i gruppetti si congelano sino alla bandiera a scacchi che sancisce inesorabilmente la vittoria di Amato seguito a 17” da Boga che beffa Muià all’ultimo giro completando così il podio del Red Bull Ring, penultima tappa di campionato.


Articolo originale: http://www.simleague.n...-ring&catid=16&Itemid=101

Occhipinti domina Monza
written by: Giuseppe Mazzei


 16.11.2016
Indiscusso Re di Monza Guglielmo Occhipinti, non contento della pole position, in gara se possibile fa ancora meglio, parte davanti a tutti e non lascia la posizione fino alla bandiera a scacchi, inoltre ottiene il giro veloce in gara. In qualifica si mettono in evidenza anche Pilotto e Ortenzi, tra di loro staccati di pochi millesimi e a soli tre decimi dal capofila. A dire il vero la gara avrebbe potuto avere un altro epilogo, due piloti velocissimi hanno dovuto “rinunciare” sin dalle prime battute, Ortenzi viene sanzionato con un drive through per partenza anticipata (tutta da verificare) Biasso, dopo essere passato indenne alle Ascari per tutto il week end decide che è meglio provare un decollo e al secondo giro finisce a muro quando si trovava agevolmente in seconda posizione. Qualche “brivido” sul finire per la seconda posizione di Boga, da dietro arriva come un treno Ortenzi che dopo aver scontato la penalità ha fatto una gara straordinaria rimontando dalla 16° posizione alla 3° finale.

Articolo originale: http://www.simleague.n...monza&catid=16&Itemid=101

Fistarol: Match Point in Inghilterra?
written by: Giuseppe Mazzei


 04.11.2016
La prima delle due tappe inglesi del campionato Blancpain Endurance di ROTW, ha visto i piloti regalare spettacolo puro per tutti i 63 giri.
Se per le prime due posizioni la storia era già scritta, con Fistarol ad imporre un incredibile passo, e Fornasiero che, dopo avergli regalato la prima posizione, riesce a conquistare i primi punti del campionato con un secondo posto, per il resto è stata una continua incognita.
Sul tortuoso tracciato di Brands Hatch, la prima sorpresa vera e propria arriva dall'errore di Sivilotti, il quale, rientrando in pista, viene travolto da Poli, con i due che terminano la propria gara fuori dalla top5.
Per l'ultimo posto sul podio, invece, è una vera e propria lotta a denti stretti:
Spadi, Mazzei, Reali, Legnaro e Nania sono i principali protagonisti. Sempre attaccati l'uno all'altro, in una pista dove il sorpasso dev'essere davvero ben calcolato, oppure può arrivare grazie all'errore altrui. Errore che commette Legnaro, abbandonando quel trenino davvero bello da vedere durante la diretta, come al solito curata da Antonacci, Gilli e Pintus ( https://www.youtube.com/watch?v=D2XlFTbNW4k )
images/news-pics/67_1478437476.jpg
I giri passano, i 4 piloti sono racchiusi in meno di due secondi, regalando spettacolo puro. Ma l'errore è sempre dietro l'angolo. Nania e Spadi ne commettono uno, durante il medesimo giro. Ad approfittarne è Mazzei che, agguantato il gradino più basso del podio, inizia ad allungare e chiude con sicurezza in terza posizione. Dietro, un contatto tra Spadi e Reali, permette a Nania di scavalcarli, ma dovrà guardarsi le spalle per il ritorno dei due, in una lotta di nervi. Riuscendo a mantenere la quarta posizione, Nania riesce a far guadagnare parecchi punti al suo team. Punti che guadagna anche Spadi, giunto quinto.
Classifiche che vedono, dunque, Fistarol possibile trionfatore già a Silverstone. Sono ben 16 i punti di vantaggio su Mazzei.
16 come il giorno in cui i piloti torneranno in pista, sempre in Inghilterra, ma sullo storico tracciato di Silverstone. Le zavorre renderanno tutto più intrigante. Per scoprire il risultato finale non ci resta che aspettare


Articolo originale: http://www.racingonthe...ask=view&id=1352&Itemid=2


Partners

RSR Gaming

Login

Socials

Files

Polls

no active poll

show polls